Dall’arrampicata al Parkour, lo sport riempie le piazze

moveout_banner

Al via ieri il progetto “MoveOut”, vetrina per le attività all’aria aperta

Alla lettera “p” dell’alfabeto degli sport all’aria aperta esposto ieri in P.zza Vittoria si leggeva Parkour. Ovvero volteggi e salti in spazi metropolitani, attività che richiede addominali d’acciaio, equilibrio, allenamento. Sulla scalinata che da piazza Mercato scende in corso Palestro, i ragazzi bresciani del parkour ne hanno dato un assaggio, in pillole.

Si chiama “MoveOut 100% Outdoor Passion” il progetto che è approfato ieri in Piazza Vittoria, con una giornata che ne ha segnato la partenza ufficiale: promuoverà per un anno gli sport all’aria aperta. L’invito era uscire di casa per provare una delle discipline proposte, dal parkour all’arrampicata sportiva, dal parapendio alla vela, dall’equitazione al kitesurf. E ancora, nel menù, lo snowkite e la slackine, che consiste in esercizi di equilibrio e bilanciamento dinamico. Con percorsi pure a misura di bambino. Sulla scalinata del Palazzo delle Poste, era stata issata una parete in gommapiuma per l’arrampicata. A una manciata di metri, su una fune i ragazzi della slackline, davano prova della loro abilità e bimbi e ragazzi si misuravano con un mini tracciato in mountain bike. L’obiettivo del progetto – patrocinato dalla Loggia e ideato dalla guida alpina Guido Bonvicini, presidente dell’Associazione culturale Osare, e da Elena Pagani di Ellisse comunicazione ed eventi, con la collaborazione Basilico Interactive – è avvicinare il maggior numero di persone agli sport all’aria aperta, e insegnare il rispetto per se stessi e per l’ambiente. Ogni settimana, per un anno, MoveOut – sul sito web di MoveOut si trovano tutte le informazioni – renderà protagonista una di queste discipline, una cinquantina in tutto, proponendo a chi si iscrive alla community, lezioni di prova gratuite, promozioni speciali, workshop e molto altro ancora. Ci si può iscrivere online (la tessera costa 25 euro, 10 euro per gli studenti under 14) sul sito di MoveOut, oppure nei negozi e nelle associazioni sportive partner del progetto.

Paola Gregorio

Comments are closed.